Pubblicato da: rosariosanfilippo | dicembre 4, 2010

Agira, Sicilia Fashion Village

LETTERA APERTA AI CITTADINI

Il 25 novembre scorso ho partecipato all’inaugurazione del “Sicilia Fashion Village”  e non ho potuto fare a meno di ripensare alle tappe  fondamentali che hanno portato a questo importante risultato.

Tutto è iniziato nel 2007, con l’incontro con l’avv. Viola che in rappresentanza di un gruppo di imprenditori, manifestò interesse all’insediamento, data la centralità territoriale del nostro comune e le azioni fatte per pubblicizzarne la caratteristica.

In quella occasione l’Amministrazione, da me presieduta e il gruppo politico che mi sosteneva (Pd),  intuì l’enorme importanza che poteva avere l’iniziativa è avviò in tempi brevissimi, con la collaborazione del Dirigente dell’UTC,tutte le procedure che portarono alla conferenza dei servizi  del 22 febbraio 2008, e all’approvazione  delle autorizzazioni commerciali per la società allora denominata Dittaino Devlopment s.r.l. Il Consiglio approvò all’unanimità  la variazione urbanistica, da me richiesta.

L’avvenimento ebbe grande rilevanza sulla stampa, locale, regionale e nazionale, allora nell’esprimere tutta la mia più grande soddisfazione dichiarai “ adesso le autorizzazioni ci sono tutte, ….questo giorno segna la storia del nostro comune, da ora possiamo già sperare in un positivo cambiamento della nostra economia  gli effetti saranno tangibili non appena inizieranno i lavori e saranno ancora più visibili con l’avvio della struttura.  In merito all’aspetto occupazionale, abbiamo già firmato , con la ditta, un accordo di programma che prevede la formazione del personale e il collocamento dei nostri giovani all’interno del nuovo centro commerciale” ( la Sicilia 23/2/2008 pag. 43) .

Tutto questo oggi è realtà, avevo ragione di insistere,

anzi avevamo  ragione di andare avanti,  con quelle forze politiche che avevano abbandonato ogni sterile pregiudizio, per dare al nostro paese la prima vera occasione di sviluppo,  mai avuta nella storia degli ultimi 40 anni.

Molti credevano che l’iniziativa era una “trovata elettorale”, “una bufala”,  qualcuno ipotizzava conclusioni simili al parco tematico di Regalbuto,  altri deridevano e operavano per mettere ostacoli, oggi, queste stesse persone ne  hanno raccolti i frutti.

Il progetto non è ancora completo, quando si realizzeranno l’albergo e l’ipermercato allora l’economia agirina avrà un’altra grande possibilità di affermazione.

Altre iniziative erano state intraviste: iniziai la procedura per destinare tutta la fascia del nostro territorio adiacente l’autostrada A19,  ad insediamenti di tipo commerciale, produttivo e logistico,  gli atti inviati al  Consiglio comunale per ben due volte,  mi furono restituiti senza essere stati esaminati.

Nella primavera del 2008, la parola Agira, per effetto di questa iniziativa era su tutti i giornali e si sentiva nei notiziari radiotelevisivi, oggi è assente, occorre fare al più presto degli spot televisivi insieme ai gestori dell’Outlet per promuovere il nostro territorio con tutto ciò che può esprimere, è necessario e urgente collocare una adeguata cartellonistica nei pressi del centro commerciale per promuovere l’immagine del nostro comune e le iniziative tradizionali in calendario.

Si deve sfruttare nel migliore dei modi lo spazio espositivo, concesso a seguito del richiamato accordo di programma, per promuovere  i nostri prodotti e le nostre potenzialità turistiche. Bisogna organizzare i giovani per sfruttare le opportunità offerte dalla presenza dei numerosi visitatori del centro commerciale.

Con l’auspicio che tutto questo possa essere realizzato e con la soddisfazione di avere fatto un buon lavoro,  colgo l’occasione per porgere un saluto a tutta la cittadinanza e Auguri di Buone Feste Natalizie.

Agira 6/12/2010                                                 Arch. Rosario Sanfilippo

AL SIG. COMMISSARIO STRAORDINARIO DEL COMUNE DI AGIRA

Oggetto: accordo di programma Sicilia Outlet Village

Avendo in questi mesi apprezzato quanto ha realizzato per la nostra collettività, nel portarLa a conoscenza che durante l’Amministrazione che ho avuto l’onore di presiedere, è stata avviata la realizzazione del Sicilia Outlet Village con la sottoscrizione di apposito protocollo d’intesa finalizzato a favore dello sviluppo  delle imprese e dell’occupazione locali, mi permetta di suggerirLe la necessità di un incontro urgente con i titolari dell’Outlet, al fine di concordare ogni utile iniziativa per l’attuazione di quanto sottoscritto.

Inutile sottolineare l’importanza che riveste per la comunità agirina l’attuazione del citato protocollo.

Per tale finalità potrebbe risultare molto utile sapere quanti cittadini agirini hanno fatto richiesta di assunzione, quanti sono stati chiamati a svolgere il corso propedeutico, quali modalità vorrà disporre la Società Outlet  per onorare gli impegni presi  per la comunità agirina.

Si curo del Suo fattivo interessamento, colgo l’occasione per salutarLa e augurarLe buon lavoro.

Si allega copia dell’accordo

Arch. Rosario Sanfilippo

Pubblicato da: rosariosanfilippo | marzo 9, 2013

Responsabilità sull’ATO Rifiuti ad Agira

In questi giorni, alcuni amici mi hanno riferito che il consigliere Valguarnera, ha pubblicato un suo parere
sull’attuale situazione di disservizio nella raccolta dei rifiuti, scaricando responsabilità sul sottoscritto. Le sue affermazioni sono documentate nelle seguenti immagini.

Screen Shot from Facebook 2013-03-08 at 7.23.26 PMScreen Shot from Facebook 2013-03-08 at 7.23.48 PM

Screen Shot from Facebook 2013-03-08 at 7.24.03 PM

Le sue affermazioni sono false e in malafede. Valguarnera sostiene che “quello che è fallito è il sistema messo in piedi da questa indecorosa classe politica”. Ma di quale classe politica parla? Forse non é la stessa di cui lui stesso fa parte da decenni? Inoltre, chi ha costituito l’Ato Rifiuti non è il sottoscritto, Arch. Rosario Sanfilippo, ma a ben guardare gli atti é l’ing. Giunta che risulta firmatario dell’atto costitutivo di questo infernale carrozzone (vedi immagine seguente).

 

atto costitutivo ATO Rifiuti Agira

Quindi il REGALO, agli agirini, l’ha fatto il suo sindaco.

All’epoca dei fatti, dicembre 2002, lo stesso consigliere Valguarnera era in carica e sembra strano che non ricordi
esattamente come sono andati i fatti e non ha memoria di tali atti, a meno che non si vuole giustificare la
propria inefficienza Amministrativa da tempo conclamata, scaricando sugli altri le proprie responsabilità.

L’Arch. Sanfilippo, invece si è comportato diversamente da quanto il consigliere vuole fare credere in malafede. Durante l’amministrazione che ho diretto ho tentato di annullare l’adesione all’Ato rifiuti, ma non è stato
possibile uscirne (vedi atti giacenti al comune e le proroghe date alle ditte che espletavano il servizio nel
2003/2004).

L’ing. Giunta, che ripetiamo è il sottoscrittore dell’atto costitutivo, dell’ato rifiuti, ha promesso, nell’ultima
campagna elettorale, di uscire da tale organizzazione ma, allo stato attuale non sembra ci sia riuscito. Anzi
si è sostituito all’Ato nella Bollettazione non avendo alcuna influenza sulla gestione del servizio e mettendo
a disposizione diversi impiegati per tale lavoro. Cosi ché l’utente si trova a dovere pagare sia gli impiegati
comunali che i dipendenti dell’ato preposti a tale servizio.

Ritengo opportuno vista la confusione che si vuole creare, pubblicare anche la copertina della delibera di
adesione all’Ato idrico per evitare che qualcuno possa declinare le proprie responsabilità.

atto costitutivo ATO Rifiuti Agira

Tutto questo per amore della verità.

Rosario Sanfilippo

Pubblicato da: rosariosanfilippo | settembre 6, 2011

Agira nasce Museo Cultura Materiale “Silvestro Nasca”

Comunico che in data 23.08.2011 alle ore 19.30 regolarmente convocata presso i locali parrocchiali della chiesa S. Antonio di Padova, si è svolta l’assemblea costituente dell’associazione  denominata “MUSEO DI CULTURA MATERIALE SAC. SILVESTRO NASCA”.

L’associazione già operante informalmente da qualche anno, aveva avuto assegnati,  dal Parroco Silvestro Nasca, in comodato d’uso gratuito diversi locali della parrocchia S. Maria Maggiore.  Con quest’atto viene realizzato uno dei sogni del parroco Nasca venuto a mancare di recente. La sua idea era quella di realizzare un centro giovanile e un museo nei locali costruiti negli anni 50 nelle adiacenze della suddetta chiesa.

Si riporta di seguito uno stralcio delle finalità dell’associazione:

“L’associazione si propone di tutelare, valorizzare e promuovere il territorio di Agira, con lo scopo di istituire e gestire  un museo della cultura materiale e immateriale.

la valorizzazione delle risorse locali, materiali e immateriali, delle pratiche di lavoro e delle produzioni locali, di

ricostruire, testimoniare, valorizzare e accompagnare la memoria storica, la vita locale, la cultura materiale e

immateriale e quella del paesaggio, le relazioni fra ambiente naturale e ambiente antropizzato, le tradizioni, la

ricostruzione e la trasformazione degli ambienti di vita e di lavoro delle comunità Agirina.

L’associazione, ricerca e promuove la partecipazione della popolazione, per la conservazione, valorizzazione dei beni culturali, materiali e immateriali, rappresentativi dell’ambiente Agirino (architettura civile e religiosa, arte, testimonianze archeologiche, cultura materiale ed etnografia, paesaggio antropizzato) e dei modi di vita che qui si sono succeduti e ne hanno accompagnato e accompagnano la storia e lo sviluppo.

L’associazione intende anche contribuire a formare una cultura consapevole del territorio, inteso come patrimonio  umano, storico e contemporaneo. “

 

Nella seduta sono stati eletti gli organismi amministrativi, il Consiglio di amministrazione risulta cosi formato:

 

Presidente  sig. Vicino Carmelo

Vice Pres.    Sig. Verna Carmelo

Cassiere       Sig. Milazzotto Franceso

Consigliere sig. Graziano Gioacchino

Revisore      sig. Torrisi Alfio

Segretario  sig. Sanfilippo Rosario

Rapp. Parrocchiale P. Pietro Scardilli

Ci auguriamo che la partecipazione all’attività dell’associazione possa crescere soprattutto nei giovani e si precisa che la partecipazione è gratuita e volontaria, non avendo l’associazione scopo di lucro.

 

Pubblicato da: rosariosanfilippo | luglio 5, 2010

Agira il Commissario relaziona sul lavoro svolto.

Di seguito si riporta il testo della lettera Commissariale che riassume il lavoro svolto dalla Dottoressa  Spatafora. Riteniamo positivo il contenuto sopratutto quello riguardante l’attività economico-finanziaria e la parte relativa ai lavori pubblici.

Infatti il progetto per il quartiere S. Maria (avviato dall’Amministrazione Sanfilippo e ammesso a finanziamento) è stato aggiornato per la partecipazione ad altri bandi regionali. Sono stati predisposti ulteriori progetti per il consolidamento delle pendici sottotanti il castello ( cosa resa possibile per l’attenziaone rivolta al PAI sempre dall’Amministrazione Sanfilippo).

 

Al Sindaco

Al Consiglio Comunale

Al Segretario comunale

Ritengo possa èssere utile rendere alle SS.LL uno strumento di lettura sinottica che dia informazione delle attività poste in essere durante la gestione Commissariale, da me svolta per incarico dell’Assessore regionale delle Autonomie locali a decorrere da maggio 2009.

In particolare non soffermandomi sulla regolare attività ordinaria, desidero sinteticamente riferire sulle iniziative attivate per: snellire, semplificare e definire le procedure connesse all’attività di investimenti ed in generale per incoraggiare lo sviluppo di attività produttive: garantire la partecipazione ai cofinanziamenti dei fondi strutturali sia per creare nuove possibilità occupazionali che per realizzare le necessarie opere sul territorio senza dover attingere al bilancio comunale già gravato dalle aumentate spese, quali ad esempio quelle derivanti dal servizio rifiuti e dal settore sociale su cui gravano le misure per fronteggiare, fra l’altro, il disagio socio-economico in cui versano numerose famiglie.

Ciò premesso si dà informazione

della gestione economico-finanziaria

al momento dell’insediamento avvenuto il 1310512009 si registrava la seguente situazione economico- finanziaria:

situazione di cassa

fondo di cassa al 12/05/09  €   5.679.035,3 1

All’atto dell’insediamento il Comune non aveva ancora approvato il bilancio di previsione 2009 e il rendiconto di gestione 2008.

Con delibera commissariale n, 6 del 30107/2009, adottata in funzione di Consiglio Comunale, è stato approvato il rendiconto di gestione per l’anno 2008 dal quale si rileva un avanzo di amministrazione di € 2.808.765,39.

Su detto risultato di amministrazione, consultato il Collegio dei Revisori dei Conti, è stato disposto un vincolo di 1.227.276, 11  per il rischio di inesigibilità dei residui attivi iscritti in biÌancio a fronte di anticipazioni effettuate all’A TO ENNAEUNO, accertando nel contempo un vincolo di 259.093,0 1 per oneri di urbanizzazione incassati al 31/1212007 e non impegnati per carenza di disponibilità.

Alla chiusura dell’esercizio finanziario 2008 è stato accertato il rispetto dei vincoli del patto di stabilità che dalla certificazione dei parametri deficitari ai fini dell’accertamento delle condizioni di deficitarietà . Ente non rientra tra quelli strutturalmente deficitari.

Con deliberazione commissariale n, 5 del 19/0612009 è stato approvato il bilancio di previsione 2009 e pluriennale 2009/20 11, formulato tenendo conto degli stanziamenti rilevati dal trend storico dei vari capitoli, coordinati con gli atti di programmazione presentati dai vari titolari di settore.

Per carenze di fondi provenienti dalla finanza derivata e dalle entrate proprie è stato applicato una quota di avanzo di amministrazione presunto di E 545.403,0 1 per finanziare spese non ripetitive nel corso ell’esercizio.

Le note vicende dell’ATO e l’esigenza di non aggravare sui contribuenti la quota TIA per l’anno 2009 ha imposto la necessità di applicare un’ulteriore quota di avanzo di amministrazione di € 120.000,00; esigenza di riequilibrio di bilancio e la necessità di intervenire in favore dell’Opera Pia Casa Diodorea per la strutturazione del convento S, Maria di Gesù ha determinato l’applicazione di un’ulteriore quota di avanzo di amministrazione.

Della somma prevista in bilancio in favore dell’Opera Pia Casa Diodorea con propria nota n.7619 del ,/04/2010  è stata impegnata la sola somma di € 100.000,00 mentre la differenza di € 200000,00 costituisce  avanzo  di amministrazione alla chiusura dell’esercizio.

Nel corso della gestione di esercizio finanziario 2009 l’Ente ha proceduto al riconoscimento di debiti ori bilancio per complessivi € 97.549,95 nella maggior parte afferenti spese per liti a seguito di provvedimenti giudiziari.

Nel corso dell’anno 2009 non sono stati contratti mutui o altre forme  di indebitamento.

Dai dati del pre-consuntivo 2009 si rileva un avanzo di amministrazione dl € 1.607059.38. ridotto rispetto  all’anno 2008 per effetto della dichiarazione di crediti di dubbia esigibilità nei confronti della’ATO Enna Euno per €,  956.275.35 e degli impegni dell’avanzo vincolato per oneri di urbanizzazione versati per la costruzione dell’Outlet e non  destinati nel 2008.

E’ stato vincolato l’avanzo per € 275.73 1.52 per eventuali ulteriori debiti insolvibili da parte degli Ato

Anche per l’anno 2009 è  stato certificato il rispetto del patto di stabilità interno, che ha consentito di evitare di incorrere nelle sanzioni previsti dalla norma,

E’ stato giù predisposto il bilancio di previsione. che pèr i vincoli del patto di stabilità ha consentito l’applicazione dell’avanzo presunto di €120,000,00. non potendosi utilizzare ulteriore somma, pena lo sforamento dei detti vincoli.

La situazione di cassa al 30/03/10 è la seguente.

- saldo finale in conto Banca Italia € 6.607.652.85

- saldo finale conto del Tesoriere          € 7.200,41

Totale € 6,614.853,26

Pertanto con un miglioramento del saldo di cassa rispetto alla data dell’insediamento di € 64.182.05. Dal raffronto delle spese correnti sostenute nel 2009 rispetto al 2008 si rileva che sono stati assicurati gli stessi standard di servizio sia qualitativi che quantitativi.

servizio commercio/suap

  • Regolamento per la disciplina del commercio per le piccole e medie strutture;
  • istìtuzione del mercato contadino. Sono state avviate e portate a termine tutte le pratiche amministrative finalizzate anche all’ottenimento di un finanziamento da parte dell’ Assessorato Agricoltura di E 30.000,00 che consentirà di allestire presso il Centro per la esposizione, valorizzazione e vendita di prodotti tipici locali di via Circonvallazione, dei banchi dove gli agricoltori locali potranno settimanalmente espone e vendere direttamente (filiera corta) i prodotti provenienti dai loro terreni. In tal senso sono stati consultati tutti l rappresentanti di categoria ed invitati a partecipare gli operatori locali e dei comuni viciniori. L’iniziativa ha avuto successo e sono in corso le procedure per l’acquisto dei banchi di esposizione e vendita .
  • Sono state interamente espletate tutte le procedure – culminate in atto deliberativo di Consiglio Comunale – per l’istituzione del centro commerciale naturale, trasmettendo tutti gli atti all’ Assessorato Regionale Commercio. Per tale iniziativa necessitava un minimo di 20 operatori economici mentre in realtà le adesioni hanno superato il numero di 80. Nel porre in essere gli atti propedeutici all’adozione dell’atto deliberativo è stata individuata in apposita planimetria la zona di interesse che per la particolare conformazione topografica de II’ abitato coinvolge un gran numero di aderenti; a partire dal borgo alberghiero sottostante il Castello sino alle attività commerciali della zona bassa .
  • Completa riorganizzazione dell’Ufficio SUAP che è oggi in grado di affrontare qualsivoglia richiesta di operatori economici ed in tal senso si è già in grado di provvedere alla prossima emissione di tutti i provvedimenti autorizzativi di natura commerciale inerenti il costruendo parco commerciale Outlet.

Servizio ambiente- territorio-urbanistica

  • E’ in corso il rilascio della certificazione ambientale che costituisce presupposto per le istanze di finanziamento che il Comune andrà a proporre nei prossimi mesi .
  • E’ stata adottata la variante al P.R.G. per gli insediamenti produttivi. Trattasi di un provvedimento assai necessitante che gli artigiani attendevano da decenni. Si è reso necessario adottare la variante per l’inidoneità tecnica del sito individuato dal P.R.G. vigente in quanto, tra l’altro, mancante di recapito fognario. Il nuovo sito soddisfa tutti i requisiti sia di natura impiantistica che di viabilità, senza dire che è stato individuato in posizione tale da distare soltanto 3 Km, dal centro abitato e 15 Km dall’autostrada CT-PA e dallo scalo ferroviario di Agira (Raddusa). La suddetta variante consentirà finalmente ad un buon numero di artigiani di potere realizzare correttamente ed in armonia con le leggi urbanistiche i loro opifici, potendo cosi anche accedere Cl finanziamenti e provvidenze diverse. La progettazione è stata affidata all’U.T.C. che vi ha provveduto evitando cosi maggiori oneri economici derivanti da affidamento esterno.
  • Adozione programmazione urbanistico-commerciale per grandi strutture di vendita. Tale atto è stato definito a seguito della circolare n. 4 del 2008 con cui l’Assessorato regionale alle attività Produttive (già assessorato al Commercio … ) ha sollecitato i Comuni di dotarsi di specifica programmazione urbanistico­-commerciale, significando che in assenza avrebbe avuto seguito la già avviata attivazione dei poteri sostitutivi per la nomina del Commissario. Tale atto deliberativo può divenire un attrattore per insediamenti di altre grandi strutture di vendita in aggiunta a quello in corso di costruzione nello svincolo di Dittaino. Infatti la localizzazione dell’area interessa lo svincolo autostradale di Agira (i cui terreni sono di proprietà) dell’Opera Pia “Casa Diodorea,  trovandosi i terreni direttamente lungo l’asse autostradale CT-PA ciò costituisce motivo di grande appetibilità per gli imprenditori, che non solo trovano il sito già dotato di infrastrutture ma per di più posto su viabilità di grande rilievo. Si ha ragione di ritenere che l’individuazione di detta area per grandi strutture di vendita sia stata operata in pochi comuni e poiché l” Assessorato Regionale alle attività produttive non partecipa a conferenze di servizi in mancanza di previsione nei rispettivi PR.G .. , essersi dotati di tale strumento costituisce senz’altro  motivo di vantaggio per il nostro comune. La progettazione è stata affidata all’U.T.C. che vi ha provveduto evitando cosi maggiori oneri economici da affidamento esterno.
  • Si è registrato un ottimale funzionamento dell’U.T.C. che è stato in grado di dare positive risposte a tutti i richiedenti le concessioni edilizie ivi comprese quelle per il Parco Commerciale che ha richiesto e ottenuto già due varianti e vi è in corso una terza: il tutto in tempi assolutamente ristretti che non hanno obbligato le maestranze a sospendere in alcun modo i lavori in corso.

servizio lavori pubblici

In tale servizio è stato posto in essere un gran numero di adempimenti finalizzati alla costituzione di un parco progetti che consentirà al Comune di aderire ai prossimi bandi che saranno emanati dall’Amministrazione regionale. I progetti commissionati, tutti tramite procedura ad evidenza pubblica. consentiranno di parecipare a diverse tipologie di bandi.

Dettaglio delle progettazioni (con progetti già introitati al Comune)

interventi di messa in sicurezza e consolidamenti di alcune zone dell’abitato

Per tali tipi di interventi il comune ha aderito all’Avviso pubblico di invito a manifestazione di interesse per la costituzione di un parco progetti regionale volto alla mitigazione del rischio idrogeologico con ben n. 4 progetti tutti relativi a zone a rischio secondo le risultanze del P.A.l. (piano stralcio di bacino pel’ l’assetto idrogeologico):

1. Lavori di consolidamento e messa in sicurezza di via Savonarola e Quartiere S. Pietro per l’importo di € 1.300.000,00

2. Lavori di consolidamento e messa in sicurezza del versante a valle del Quartiere S. Maria per l’importo di € 500.000,00

3. Lavori di consolidamento e messa in sicurezza del versante ad Ovest Del Quartiere S. Maria per l’importo di € 1.000.000,00

4. Lavori di consolidamento e messa in sicurezza della periferia meridionale (area compresa tra la vecchia Centrale e la via Calvario) del centro abitato per l’importo di € 1.020.000,00

I suddetti progetti, tutti trasmessi al competente Assessorato, sono in fase di istruzione e si prevede che a breve perverranno le risultanze relative.

b) riqualificazione ambientale e beni culturali

In tale ambito sono stati utilizzati n, 2 progetti precedentemente predisposti dalla Provincia Regionale di Enna che li ha trasmessi a questo Comune.

I suddetti progetti sono in corso di aggiornamento per essere utilizzati alla uscita dei prossimi bandi:

1. Recupero funzionale e fruizione del Castello di Agira per l’importo di € 2.880.000,00

2, Ristrutturazione e consolidamento dell’edificio ex Convento San Giuseppe di Agira per l’importo di € 980.000,00

3. E’ stato aggiornato e ripresentato sia ali’ Assessorato ai Lavori Pubblici (ora Assessorato delle infrastrutture e della mobilità) che nell’ambito dei progetti PIST “Centro Sicilia”- 2/\ finestra, il progetto di “Riqualificazione urbana ed ambientale con arredo del Quartiere S. :Maria, della via Diodorea e di piazza Roma” – importo € 2.750.000,00. Il progetto prevede la completa riqualificazione ambientale e l’arredo della zona più antica di Agira con inizio da Largo Raccomandata, attraverso piazza Roma e lungo la parte finale della via Diodorea sottostante il Castello.  La realizzazione di tale opera andrà, tra l’altro. a qualificare e rendere ancora più fruibile il borgo alberghiero presente e in via di completamento, laggiornamento del progetto è avvenuto ad opera di personale interno all’U.T.C

4. Nell’ambito dei progetti PIST “Centro Sicilia”- 2^ finestra è stata data la più ampia collaborazione alla Sovrintendenza che in piena sinergia con questo Comune ha predisposto il progetto della “Rete dei parchi archeologici: Agiryon. Completamento scavo e valorizzazione dell’acropoli della città antica ai fini della localizzazione del parco archeologico urbano, Importo € 600.000,00

Progetti affidati la cui progettazione è stata già acquisita

5) Recupero e riqualificazione del quartiere SS. Salvatore per l’importo di € 1.2000.000,00

6) Recupero e riqualificazione del quartiere S. Margherita- parte bassa per l’importo di € 1.000.000,00

7) Recupero e riqualificazione del quartiere S. Margherita- parte alta per l’importo di € 1.300,000,00

8) Recupero e riqualificazione dei quartieri S, Antonio da Padova e S. Chiara per l’importo di € 1.300.000,00

9) Recupero e riqualificazione dei quartiere Annunziata per l’importo di € 1.000.000,00

10) Pavimentazione di Piazza Garibaldi e contestuale arredo urbano per l’importo di € 750.000,00

c) restauri edifici monumentali

In tale settore sono stati individuari due tra gli edifici più significativi e architettonicamente rilevanti di proprietà del Comune e affidati i relativi progetti, già trasmessi al Comune:

1) Progetto per il restauro, recupero funzionale e riqualificazione dell’edificio G.G. Sinopoli ex Convento S, Agostino per l’importo di € 1.800.000,00

2) Progetto per il restauro, recupero funzionale e riqualificazione de1l’edificio “ex Centrale Capo D’oro” per l’importo di € 2.000.0QO,00

d) impianti sportivi

In tema di impianti sportivi è stato predisposto un progetto per la ristrutturazione straordinaria e messa a norma del Campo Sportivo “A. e A. Valenti” per l’importo di € 2.500.000,00 . Progettazione già espletata e progetto introitato al Comune.

Era questo un intervento molto atteso dalla popolazione sportiva ed anche scolastica che utilizza il campo e sarà proposto di essere finanziato con un bando di prossima uscita.

Tutti i suddetti progetti sono stati di già esaminati ed approvati dalla Commissione Urbanistico edilizia.

e) cantieri di lavoro per disoccupati

Al fine di lenire disoccupazione ed anche per sistemare alcune strade interne e le aree del Castello, sono stati predisposti, direttamente da personale tecnico delI’U.T.C., n. 6 cantieri che appresso si elencano:

I) progetto esecutivo per sistemazione e pavimentazione via e vico Mei e tratto via Risicato

2) progetto esecutivo per sistemazione e pavimentazione tratto via Castello e piazzale antistante se serbatoi idrici

3) sistemazione e pavimentazione di via Mentana e tratto via Gesuiti

4) sistemazione e pavimentazione tratto via Amato, via Emilia e zone circostanti

5) realizzazione percorso pedonale zona sommitale Castello e posa in opera di parapetti di Sicurezza

6) sistemazione e pavimentazione di via Pizzo e cortile Talamone.

I suddetti progetti di cantieri di lavoro sono stati trasmessi alla Regione Siciliana.

Attività nel settore Universitario

avviamento, realizzazione e completamento, nell’ambito della collaborazione con il CUTGANA (Università di Catania), de! laboratorio naturalistico ambientale” Diodoro Siculo” nei locali a primo piano del Palazzo Giunta di proprietà del Comune. i suddetti locali verranno utilizzati dal CUTGANA in aggiunta a quelli del piano terra per le finalità proprie del laboratorio e sono stati realizzati in sinergia stretta con l’Ufficio Tecnico, Si è anche provveduto a nominare una commissione tecnica per l’avvio dell’ attività. Nell’ambito dei locali, si ritiene a tema, è stata riservata una ampia sala per ospitare i reperti archeologici che la Soprintendenza di Enna restituirà.

- sempre nell’ambito universitario è stata predisposta ( in data 6.05.20 IO) ed è iniziata l’attività, una convenzione per il tirocinio di formazione universitaria con l’Università degli Studi di Enna “kore” , Tale convenzione prevede che studenti di architettura ed ingegneria (nel numero di 7 allievi) svolgerà un periodo di attività teorico-pratica presso il nostro Ufficio tecnico allo scopo di accrescere e consolidare il loro iter formativo.

Sono stati parimenti garantiti tutti i servizi attivati a favore degli anziani – con il rinnovo della convenzione con a cooperativa Enea, la fruizione etc.

E’ stata altresì assicurata la continuità di tutti i servizi esistenti quali la refezione scolastica, trasporto alunni, trasporto disabili, servizio urbano ed in generale la conferma di tutte le iniziative di carattere religioso, culturali, sportive e folcloristico, tutte apprezzate e richieste dalla comunità agirina.

Auguro sinceramente un proficuo lavoro massima espressione del fare e dell’agire per il benessere della collettività agirina.

10 Giugno 2010

Maria Adelaide Spatafora

Pubblicato da: rosariosanfilippo | giugno 28, 2010

Agira, scavi archeologici 2010

Agira, si riporta un articolo del giornale ” La Sicilia” del  24/06/2010 riguardantie la ripresa degli scavi archeologici nell’area circostante il Castello di Agira. La notizia viene accolta con grande soddisfazione e si coglie l’occasione per manifestare positivi apprezzamenti per il lavoro svolto dalla D.ssa Basile,  dell’Associazione Sicilia Antica e di tutti i volontari e studiosi locali che contribuiranno alla riuscita dell’iniziativa.

AGIRA. Dal 19 luglio riprenderanno gli scavi archeologici che riporteranno alla luce i resti dell’antica Agyrion e metteranno in evidenza le fasi evolutive della stessa dal periodo arcaico a quello ellenistico. Si è deciso di avviare la seconda campagna ufficiale di scavi archeologici nel castello del Comune di Agira. L’inizio degli scavi è fissato per il 19 Luglio e il termine per il 14 Agosto.
Saranno impegnati studenti e professori di archeologia provenienti da tutta Italia che lavoreranno senza pesare in alcun modo sulle casse comunali.
La soprintendente ai beni archeologici di Enna Beatrice Basile ha detto: “Sembrerebbe che il sito sottostante il complesso medievale coincida con l’area dell’antica acropoli greca. L’area attorno alle torri nasconde una parte dell’antico abitato ed edifici pubblici, mentre alcuni sondaggi dell’immediato dopoguerra hanno dimostrato l’esistenza di tracce di un importante complesso sacro. Dopo aver riportato alla luce importanti acropoli si deve scavare questa volta più a fondo per scoprire altri preziosi testimonianze del IV secolo  e dell’età arcaica di Agira”.
La prima campagna di scavi archeologici risale al 2008 con l’amministrazione dell’ex sindaco Rosario Sanfilippo con la delibera di G.M. n. 119 del 22/5/2008, le ricerche si effettueranno con la  collaborazione della Soprintendenza ai Beni culturali di Enna, dell’associazione Sicilia Antica di Caltanissetta e Legambiente, che nel passato ha segnalato a livello regionale il castello di Agira nell’iniziativa Salva l’arte.
GIUSI VENTICINQUE

Pubblicato da: rosariosanfilippo | febbraio 21, 2010

Agira e i suoi Santi nuova pubblicazione di F.M. Provitina

Agira, ancora un libro che parla in maniera esaustiva del nostro antico centro: “Agira e i suoi Santi, gli Agiri di Agira S. Filippo e la sua Chiesa”

L’edizione del 2009 pubblicata a proprie spese dal professore F. M. Provitina, ripropone quanto contenuto nell’opera origaria “Storia Patria” in due tomi con cofaneto edita nel 2006. Ovviamente contiene degli interessanti aggiornamenti.

Il volume è in vendita presso la libreria Iacona di Agira.

Si coglie l’occasione per ringraziare il Professore Provitina per l’interessante lavoro e ci auguriamo che il testo possa essere letto da tutti gli agirini residenti nell’antico centro  e da quelli che si trovano nelle diverse località del mondo, per riscoprire le antiche origini e tramandarle.

Di seguito si pubblica la copertina e si formulano tantissimi auguri al prof. F.M. Provitina.

Agira e i suoi Santi, copertina del libro del prof. F.M. Provitina

Agira e i suoi Santi, copertina del libro del prof. F.M. Provitina

Older Posts »

Categorie

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.